Prevenire e curare la depressione con il cibo

Prevenire e curare la depressione con il cibo

PESCE E BANANE CONTRO LA “TRISTEZZA D’AUTUNNO”

Meno carne nel menù per non inibire la produzione di seratonina. Via libera, invece, a zucche e fiocchi d’avena. E spunta la ‘ricetta’ anti-malumore: yogurt, noci e miele.
Il ‘malumore autunnale’ si combatte a tavola. A suggerire la dieta per vincere il senso di tristezza e depressione tipico di questa stagione è il Prof. Hademar Bankhofer, esperto tedesco di alimentazione. Per fare il pieno dell’ormone del buonumore, cioè la seratonina, l’esperto suggerisce scorpacciate di banane, mentre pesce e fiocchi d’avena sono ricchi di zinco, altro ‘alleato dell’umore’. Potassio, magnesio e ferro, invece, sono contenuti in zucche e semi di girasole. L’esperto suggerisce, poi, di non rinunciare a qualche piatto di pasta: tagliolini e spaghetti, ricchi di carboidrati, aumentano i livelli di zuccheri nel sangue, regalando una sensazione di benessere. Bankhofer consiglia anche la ricetta per un ‘tonico’ su misura per i mesi autunnali e invernali: basta un vasetto di yogurt con 8 noci e 2 cucchiaini di miele. La carne, invece, va quasi eliminata dal menù: in questo periodo dell’anno mangiarne troppa inibisce la produzione di seratonina.
In realtà il consiglio dell’autorevole nutrizionista tedesco è perfettamente in linea con il modo di mangiare secondo le tradizioni italiane, seguendo la dieta mediterranea, con molta frutta, molta verdura, cereali e legumi, contenendo solamente un pò i condimenti e i grassi (utilizzando essenzialmente olio extravergine di oliva) e la nostra salute ne beneficerà senza dubbio.
Ricette o liste di alimenti per “questo” o “quel” disturbo, anche se scientificamente ineccepibili, finiscono per non essere seguite a lungo. Qualunque dieta “monotona” potrà risolvere qualche problema, ma ne creerà sicuramente qualche altro. Per mangiare sano dobbiamo mangiare vario, mangiando un pò di tutto potremo essere sicuri che la nostra dieta sarà corretta e salutare.

 

DEPRESSI? OCCHIO ALLA DIETA

Prevenire e curare la depressione con il ciboChi lamenta spesso stati ansiosi o di lieve depressione molte volte si alimenta anche in modo scorretto e insufficiente. A sottolinearlo è un gruppo di ricercatori della University of Washington di Seattle, dopo aver intervistato 3.500 soggetti circa il loro stato mentale e le loro abitudini alimentari. Al termine dell’indagine gli studiosi hanno evidenziato un rischio due volte superiore di soffrire di depressione e ansia nei soggetti abituati a seguire scorretti comportamenti alimentari, come: saltare i pasti, fare diete eccessivamente restrittive e sbilanciate, prendere pillole per dimagrire e alternare grandi abbuffate a dannosi digiuni. Secondo gli esperti, però, le cause non sono mai a “senso unico”: come una dieta sbilanciata può portare a disturbi della psiche, infatti, anche i momenti di ansia e di stress possono allo stesso modo facilitare scorrette abitudini alimentari.

fonte: Journal of the American Dietetic Association