Home Fitoterapia Erbe officinali Gli olii essenziali: tante proprietà per il nostro benessere

Gli olii essenziali: tante proprietà per il nostro benessere

5 min read
0
0
1

Gli olii essenziali: tante proprietà per il nostro benessereOggi vorrei iniziare un lungo discorso riguardante gli oli essenziali, chiamati anche olii eterei, che hanno un’infinità di utilizzi e di utili benefici, ma che bisogna conoscere bene e attentamente prima di farne uso. Innanzitutto bisogna ricordare che gli oli essenziali non vanno assolutamente confusi con le fragranze o oli profumati che acquistiamo a pochi euro nei vari negozi di arredamento e di casalinghi. Sebbene entrambi si presentano in una boccetta scura completa di un contagocce, le fragranze (oli profumati) si utilizzano solamente per profumare l’ambiente, le nostre case o i cassetti: in nessun modo devono venire a contatto con pelle o mucose, nè tantomeno possono essere ingeriti. Gli Oli Essenziali, invece, si possono utilizzare per profumare gli ambienti, ma anche per preparazioni cosmetiche, per massaggi, per aiutare un processo di guarigione o, addirittura per insaporire alcuni cibi. Il tutto sta dall’olio essenziale che state utilizzando: in commercio ne esistono tanti (come le piante e i fiori che esistono in natura), e prima di utilizzarne uno vi consiglio uno studio approfondito e, sicuramente, un cosiglio da parte del negoziante o erborista che ve lo ha venduto. Al contrario degli oli profumati il loro prezzo non è troppo economico. Ma ovviamente il tutto dipende dalla pianta o fiore da cui sono realizzati: per ottenere una boccetta di oli essenziale bisogna utilizzare più chili di una stessa pianta: se questa, quindi, ha un prezzo contenuto, come il rosmarino, la lavanda o la salvia, allora il relativo olio essenziale non arriva a costare troppo. Viceversa, oli di fiori come la rosa, o di altre coltivazioni di difficile reperibilità o biologiche, allora il prezzo si alza. Come si ottengono gli oli essenziali? Dipende ovviamente da che pianta, fiore o frutto partiamo. Negli agrumi, ad esempio, vanno spremute le vescicole contenute nelle bucce, se la pianta è fresca la si distilla in una corrente di vapore e, nel caso delle resine, vengono estratte con solventi che devono poi essere distillati a loro volta. I più utilizzati sono quelli estratti da piante aromatiche come basilico (rinvigorente e revitalizzante), rosmarino (ottimo per la concentrazione), maggiorana (calmante e rilassante), o da frutti come il limone (antisettico), o arancia (calmante). Ma anche i fiori ci aiutano: se la lavanda ha ottime proprietà calmanti, il Patchouli è altamente afrodisiaco, così come l’ylang ylang. Utile e poco costoso anche quello alla citronella che, oltre ad essere un ottimo repellente per zanzare, è utile contro mal di testa, tendiniti o artriti, mentre, anche se un pò più costoso, molto interessante è l’olio essenziale di geranio che, oltre a proprietà contro le infezioni e antisettiche, aiuta a combattere l’odiosa cellulite. Anche gli alberi e le cortecce ci riservano interessanti sorprese: l’olio di legno di rose è calmante, il pino è un ottimo tonico e il Tea Tree utile contro i brufoli! Immagine: pianetadonna.it

Load More Related Articles
Load More By Giovanni Colombo
  • Le proprietà dell’aloe

    Aloe, pianta a foglia spessa che contiene buone quantità d’acqua, cresce in luoghi perlopi…
  • Gli effetti benefici del papavero

    Pochi sanno che il papavero è una delle piante più utilizzate nella medicina alternativa p…
  • L’Aloe Vera, pianta miracolosa

    L’Aloe Vera è una pianta succulenta della famiglia delle Aloeacee che predilige i cl…
Load More In Erbe officinali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Check Also

Che cosa è la biologia sintetica e come cambierà il cibo

Che cosa è la biologia sintetica e come cambierà il cibo Più di un secolo fa, i produttori…