Home Alimentazione - Nutrizione sostituti del latte

sostituti del latte

11 min read
0
0
4

https://medium.com/wake-up-call/everything-you-need-to-know-about-milk-substitutes-c42780afa156

Tutto ciò che devi sapere sui sostituti del latte

Dal latte d’avena al latte di mandorle

Katie Couric

Katie Couric

18 dic 2019 · minuti di lettura

Vari tipi di sostituti del latte. Getty Images.

Latte d’avena. Latte di mandorla. Latte di anacardi. Latte di soia. Ci sono così tante alternative al latte là fuori oggi … e può essere difficile capire quali tipi potrebbero essere i migliori per te. Inserisci il nostro esperto preferito di un’alimentazione sana Dr. Mark Hyman , autore di Food: What Heck Dovrei cucinare? . È qui per aiutarci a capire perché queste alternative al latte sono diventate così popolari negli ultimi anni – e quali tipi potrebbero essere i più vantaggiosi.


Dr. Mark Hyman: Le alternative al latte sono ovunque. Un motivo importante alla base di questa tendenza è la crescente consapevolezza che molte persone non digeriscono bene i latticini. Dal 60 al 70 percento della popolazione mondiale è intollerante al lattosio. Questa è una carenza dell’enzima necessario per scomporre lo zucchero (lattosio) nel latte di vacca. I consumatori sono più consapevoli del modo in cui il cibo influisce su come si sentono.

Nella mia pratica, i prodotti lattiero-caseari colpiscono i miei pazienti in molti modi legati all’infiammazione: problemi gastrointestinali come intestino irritabile o reflusso, problemi di asma e sinusite, eczema e acne. Le persone comprendono che le alternative al latte possono offrire i benefici culinari senza i rischi. Vi è inoltre una crescente preoccupazione per l’allevamento di animali in fabbrica e il suo impatto sul benessere degli animali, l’abuso di antibiotici e ormoni, i cambiamenti climatici e il degrado ambientale. Questi sono tra i motivi principali per cui vediamo un aumento delle alternative al latte.

Il latte di soia è stata la prima alternativa al latte, ma i concorrenti sono fioriti sulla scia delle preoccupazioni per la soia, il glifosato (l’erbicida usato sui semi di soia e i suoi potenziali effetti estrogenici. Oggi si trovano mandorle, cocco, anacardi, nocciole, canapa, macadamia e latte d’avena nella maggior parte dei negozi. Nell’ultimo decennio abbiamo assistito a una rinascita del latte non caseario. Le grandi aziende alimentari stanno acquistando le piccole aziende alternative al latte seguendo la tendenza lontana dal caseificio tradizionale.

Solo perché è naturale o da fagioli o noci non significa che sia salutare. La maggior parte delle versioni di latte non caseari sono caricate con zucchero, gomme e addensanti. Anche le versioni biologiche e non zuccherate contengono additivi progettati per far apparire e assaggiare l’acqua di noci e riso come il latte di mucca.

Uno di questi additivi è la carragenina, un agente addensante che viene utilizzato in gelati, yogurt, ricotta e altri prodotti caseari. Deriva dalle alghe, ma non è una verdura di mare innocente. È irritante che provoca il cancro nei topi di laboratorio. Nell’uomo, la carragenina è stata associata a ulcere, intestino permeabile, infiammazione e persino malattie autoimmuni. Non ha alcun valore nutrizionale, eppure la FDA ne approva l’uso nella formula per bambini. Dovrebbe essere evitato completamente. Altri addensanti potrebbero non essere così problematici ma sono ancora motivo di preoccupazioni come le gengive – gomma di xantano, gomma di guar, gomma di carrube – e qualsiasi altra cosa che sembri che sia stata prodotta in un laboratorio.

Non stai perdendo molto saltando queste bevande prodotte in serie. In effetti, molte alternative al latte sono così prive di nutrienti che devono essere integrate con vitamine e minerali aggiunti per apparire anche leggermente benefiche. Solo il latte di soia ha una quantità significativa di proteine. Ma il latte di soia ha i suoi problemi, come una grande quantità di fitoestrogeni, che possono imitare gli estrogeni nel corpo se consumati in eccesso. Ancora peggio, molte varietà di latte di soia sono costituite da isolati di proteine ​​di soia legati al cancro piuttosto che ai fagioli interi. Un po ‘di soia può andare bene, ma scegli organico, non OGM per evitare il glifosato che è stato collegato al cancro.

Di solito ti consiglio di preparare i tuoi sostituti del latte. È facile: immergi un sacco di mandorle, nocciole o anacardi in una ciotola durante la notte per ammorbidirle, quindi mescolale con acqua e un po ‘di estratto di vaniglia. Ammollo li sblocca anche i loro nutrienti, il che li rende più facili da assorbire per il tuo corpo. Ma fai piccoli lotti; il latte non dura a lungo (più di una settimana in frigorifero). Puoi anche preparare il tuo latte di cocco.

Se ciò non è possibile, ci sono alcune marche di latte non caseari piuttosto pulite. Devi solo guardare gli ingredienti.Stick con canapa, mandorle, macadamia o anacardi ma scegli sempre senza zucchero e assicurati che non abbiano carageenan.

Uno dei miei preferiti personali è il latte di macadamia. È davvero cremoso e gustoso. Le noci di macadamia contengono grassi monoinsaturi benefici che supportano la salute metabolica e cardiovascolare e sostanze nutritive che supportano la salute del cervello, quindi nel complesso fanno un sostituto del latte molto nutriente.


Segui il Dr. Mark Hyman su Instagram , Twitter e Facebook e dai un’occhiata ai suoi libri su Amazon o sul tuo rivenditore di libri locale.

Questo è apparso originariamente nella newsletter Wake-Up Call di Katie Couric. Iscriviti qui

Sveglia

Katie Couric e i suoi amici parlano di carriera, cultura, politica, benessere, amore e denaro

)


Load More Related Articles
Load More By admin
Load More In Alimentazione - Nutrizione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Check Also

Senior e alimentazione, cosa mangiano gli over 65?

Secondo il nutrizionista Pietro Migliaccio, in età avanzata bisognerebbe prediliger…