Home Patologie secondarie Tutto sull’artrite

Tutto sull’artrite

8 min read
0
0
14

Anche se il termine artrite è utilizzato spesso per indicare manifestazioni patologiche che colpiscono le articolazioni, esso dovrebbe essere riferito alle alterazioni articolari di natura infiammatoria. In particolare l’artrite può colpire soggetti di ogni età anche se in genere interessa in prevalenza soggetti giovani e di mezza età. Tale patologia può interessare una o più articolazioni e può manifestarsi a diversi gradi di gravità. Tra i numerosi tipi si ricordano in particolare le forme secondarie a traumi o ad alterazioni metaboliche ed endocrine e quelle dovute  a malattie sistemiche e diffuse , di natura infiammatoria. Le tipiche manifestazioni dell’artrite sono caratterizzate dal dolore articolare accompagnato da tumefazione e da rigidità. Inoltre, anche le modalità delle manifestazioni dolorose variano. Infatti esistono forme improvvise e acute o ad andamento subacuto.  Spesso un ruolo importante nell’insorgenza dell’artrite è svolto dal tipo di occupazione o di attività esercitata dal paziente. Il continuo e ripetuto traumatismo può costituire la causa di lesioni infiammatorie a carico delle articolazioni interessate in quello specifico lavoro. In modo particolare nei bambini non deve essere sottovalutato il ruolo svolto dai cosiddetti “dolori della crescita” perché spesso possono costituire le prime manifestazioni di una malattia seria come l’artrite reumatoide. In tal caso i processi infettivi specifici possono essere dovute a germi trasportati dal sangue e penetrati all’interno di una ferita. Tale tipologia è relativamente rara nei bambini e negli anziani e interessa il ginocchio e le articolazioni do grandi dimensioni. Tale patologia si manifesta con la formazione di un liquido serioso nella cavità articolare accompagnato al blocco completo dell’articolazione e ad un forte dolore. Tra le forme artritiche d’origine infettiva ricordiamo anche quella di tipo tubercolare. Esistono inoltre forme artritiche di tipo traumatico. In tal caso l’alterazione articolare è dovuta alla conseguenza di un trauma. Tale affezione è più frequente negli uomini e colpisce i polsi, le ginocchia e le caviglie. Nei casi di attacchi acuti di artrite accompagnati da dolore e malessere generale è preferibile il ricovero in ospedale.

Fisioterapia e ginnastica
La fisioterapia riveste un ruolo importante nel trattamento delle forme artritiche. Tenere in esercizio l’articolazione malata durante un’infiammazione ossia durante la fase che viene propriamente detta di remissione, risulta indispensabile per prevenire il blocco completo della muscolatura che la circonda. La scelta più idonea degli esercizi da seguire va concordata con esperti fisioterapisti. Tra le altre forme di terapia vi sono quelle che sfruttano gli effetti benefici del calore. In tal caso la terapia viene praticata esponendo la zona articolare interessata dal problema a una piastra radiante percorsa da corrente elettrica al alta frequenza ( diatermia ) o con l’immersione del paziente in acqua molto calda  ( idroterapia ), sfruttando l’azione dell’acqua e facilitando il recupero della motilità. Anche il freddo può dare effetti benefici per sedare il dolore.

La terapia chirurgica
Il trattamento chirurgico delle forme artritiche è incentrato sull’intervento di sinovectomia, attuato per asportare le membrane sinoviali infiammate. Tale trattamento è efficace nella prevenzione delle gravi lesioni degenerative soprattutto a carico dell’articolazione del ginocchio. Le forme artritiche appartenenti a tale branca possono provocare una grave sintomatologia dolorosa.

Varietà di artrite e forme di trattamento
Artrite reumatoide: Colpisce gli adulti in età compresa tra i 20 e i 55 anni. Esiste, inoltre, una varietà infantile che prende il nome di morbo di Still. I sintomi che caratterizzano tale patologia sono rappresentati da febbre, noduli sottocutanei, astenia, rigidità e perdita della funzione a carico delle articolazioni e grave deformazione. Il trattamento consiste in farmaci antinfiammatori e antibiotici, cortisonici, fisioterapia, rieducazione e in alcuni casi chirurgia.

Spondilite anchilosante: Tale patologia può essere trasmessa in modo ereditario ed è più frequente negli uomini. Si manifesta con blocco dell’articolazione lombosacrale, piegamenti dolorosi e marcata deposizione di calcio nei legamenti delle articolazioni interessate. Farmaci antinfiammatori e corsi di rieducazioni sono indicati per combattere la patologia.

Reumatismo articolare acuto: Colpisce in prevalenza gli adolescenti tra i 10 e i 15 anni mentre è rara oltre i 50. Si manifesta con infezione streptococcica delle tonsille e delle vie aeree, febbre, malessere, infiammazione delle grosse articolazioni ed interessamento cardiaco e nervoso.  Aspirina, cortisonici e riposo sono indispensabili al fine di una buona guarigione.

Artrite traumatica: Si manifesta in seguito a traumi articolari diretti con infiammazione, dolenzia, gonfiore articolari poco dopo il trauma. In tal caso è consigliabile molto riposo.

Load More Related Articles
Load More By Giovanni Colombo
  • I disturbi dell’ipotensione

    Generalmente, si ritiene che l’ipotensione (pressione bassa) sia una patologia di pa…
  • Diverticoli all’esofago: cosa sono?

    Molto spesso non ci si accorge di averli perché non danno sintomi particolari ma se sono d…
  • Affrontare la menopausa

    La menopausa è una fase normale della vita di ogni donna ma spesso è vissuta con disagio. …
Load More In Patologie secondarie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Check Also

Che cosa è la biologia sintetica e come cambierà il cibo

Che cosa è la biologia sintetica e come cambierà il cibo Più di un secolo fa, i produttori…