La dieta a zona

4 min read
0
0
8

La dieta a zona è molto utilizzata dagli sportivi ma soprattutto è una delle diete che tutte le donne vorrebbero seguire per smaltire il grasso in eccesso in determinati punti del corpo. Ma questo tipo di dieta è molto difficile da seguire. Per comprendere la dieta a zona prima di tutto bisogna ragionare non caloricamente ma ormonalmente. Quindi l’effetto ormonale di una caloria di carboidrati sarà molto diverso da quello prodotto da una caloria di proteine o grassi. Spesso a questa dieta vengono associate varie percentuali ma molti ignorano che questo tipo di dieta non ha niente a che vedere con le percentuali delle calorie ma riguarda invece la quantità di proteine che ingeriamo e dunque i carboidrati richiesti ad ogni pasto per ottenere la giusta risposta ormonale. Per ogni Kg di massa magra del corpo, dovete consumare fra 1 e 2 grammi di proteine al giorno, tutto secondo il proprio livello di attività. Tutto questo impone un severo conteggio dei grammi di proteine, grassi e carboidrati e potrebbe risultare molto difficoltoso e dunque per facilitare la comprensione di questa complessa dieta si è deciso di dividere grassi, carboidrati e proteine in blocchi. Ad ogni pasto si dovrebbe consumare lo stesso numero di blocchi tranne per i grassi dove è possibile consumare un po’ di più a seconda del criterio di ogni singola persona. Inoltre bisognerebbe evitare i grassi saturi e gli oli idrogenati come ad esempio la margarina e le carni d’organo, i tuorli d’uovo e le carni rosse. Le maggiori fonti di grasso sono le noci, l’olio di oliva, le nocciole e potrebbe essere il caso di assumere alimenti come il salmone, sardine, il tonno o anche carni bianche per ottenere maggiori fonti proteiche. Poi bisognerebbe evitare cibi ad alto indice glicemico e preferire invece frutta, verdura e fiocchi d’avena come fonti di carboidrati. Questo tipo di dieta è molto impegnativo poiché bisogna mangiare poco e spesso infatti sono consigliati ben 5 pasti e bisogna pesare ogni singola cosa che si mangia e conoscere le calorie di ogni singolo alimento e per questo ci sono tabelle apposite. L’obiettivo della dieta di zona è strutturare una situazione alimentare ideale, tale da promuovere la produzione di eicosanoidi buoni e reprimere quella di eicosanoidi cattivi, con il risultato di migliorare molte funzioni del nostro organismo. Determinando il livello di grasso corporeo e di attività, è possibile impostare la Dieta Zona stabilendo la quantità di proteine di cui si necessita. Non sarebbe meglio abituarsi ad una alimentazione equilibrata mangiando tutto in giuste proporzioni?

Load More Related Articles
Load More By Giulio Torrente
Load More In Tutte le diete... del mondo ;-)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Check Also

Le diete più seguite al mondo: quale quella giusta per te?

Avete mai deciso di mettervi a dieta? Chi di voi non ha mai provato a perdere qualche chil…