Home Psicologia Comportamenti sociali Perchè i bambini si succhiano il pollice?

Perchè i bambini si succhiano il pollice?

8 min read
0
0
16

Il succhiamento del pollice è un fenomeno molto frequente nel lattante e nel bambino piccolo. Non si tratta, in generale, di un problema psicologico, bensì di un riflesso direttamente legato all’alimentazione. Il succhiamento del pollice ha un effetto calmante sul bambino e gli procura una sensazione di piacere e di soddisfazione. Molti sono i bambini che, già nel ventre della madre, vengono visualizzati con l’ecografia nell’atto di succhiarsi il pollice: è un gesto spontaneo e naturale nei più piccini. Il bambino non sempre si succhia il pollice, bensì, a volte, altre dita, e tiene la mano sempre nella stessa posizione.

Quando preoccuparsi del succhiamento del pollice
Se questo fenomeno, di cui il bambino non ha coscienza, dura molto tempo, può essere il segno di un problema di relazione con l’ambiente familiare. Un bambino che succhia il pollice a lungo e intensamente esprime, sia pur inconsapevolmente, la necessità di ricevere attenzioni dai propri genitori. Capita spesso che l’arrivo di un fratellino o di una sorellina, producano nel bambino la sensazione di essere trascurato. In tal caso, può succedere che regredisca alla fase del succhiamento del pollice. In questa situazione,

· il comportamento dei genitori,

· la sensibilità del bambino,

· la differenza tra lui e il neonato,

sono fattori che svolgono un ruolo fondamentale. Il fatto che il bambino si succhi il pollice segnala, nella quasi totalità dei casi, che alcuni bisogni particolari del corrente stadio di sviluppo non sono stati soddisfatti. Può trattarsi anche del risultato di conflitti che fanno regredire il bambino.

Cosa fare contro il succhiamento del pollice
I genitori che vogliono a tutti i costi togliere questa cattiva abitudine al bambino devono ricordare che il succhiamento del pollice è uno dei primi automatismi del bambino ed è assimilabile alla poppata. In seguito, questo riflesso di suzione svolge una funzione calmante al momento di addormentarsi. Impedire al bambino di succhiarsi il pollice prima di dormire può provocare disturbi del sonno. Inoltre, la proibizione del succhiamento finisce, in molti casi, per scatenare un conflitto tra il bambino e i genitori.

Quali sono le cause del succhiamento
Il succhiamento del pollice è un comportamento inconscio che non va drammatizzato. Ma se questo fenomeno si protrae, o se il bambino si succhia il pollice per tutto il giorno, è necessario comprenderne le ragioni. Il bambino non si succhia il pollice per contrariare i genitori, bensì

· per calmarsi,

· per affrontare situazioni conflittuali,

· per colmare una mancanza di attenzione.

Il bambino ne trae un notevole conforto per un lungo periodo della sua infanzia.

La funzione calmante della suzione
I lattanti, per nutrirsi, devono succhiare dal seno o dal biberon. Ma la suzione ha anche una funzione calmante. Nelle società in cui ha costantemente accesso al seno della madre, il bambino non si succhia il pollice. L’uso delle tettarelle o dei succhiotti non risolve il problema, dato che così il bambino smette di succhiarsi il pollice, ma acquisisce l’abitudine di tenere a lungo in bocca qualcos’altro. Il pollice, almeno, deve essere tolto dalla bocca ogni volta che il bambino voglia utilizzare le mani, cosa che ovviamente non succede con il ciuccio.

Pollice o succhiotto?
Sempre più spesso i bambini tengono in bocca il succhiotto dalla mattina alla sera e piangono disperatamente non appena lo perdono. Sempre più spesso, alle mamme viene suggerito l’uso del succhiotto già nei reparti di maternità degli ospedali. Alcuni affermano che il succhiotto, più morbido del pollice, produce minori deformazioni alle gengive e induce minore dipendenza. D’altra parte, cade spesso di bocca e viene trascinato in giro, diventando spesso veicolo di microbi non sempre inoffensivi. In tal modo, il bambino può giocare con le mani senza smettere di succhiare il ciuccio. Così, però, il bambino ha meno occasioni di produrre suoni e modulare la voce, tappe che preludono al padroneggiamento dei suoni e, quindi, del linguaggio. Un lattante che succhia il ciuccio piange di meno ed è meno rumoroso. Questo relativo silenzio concede un po’ di riposo ai genitori e al personale degli asili nido, ma non bisogna dimenticare che ogni pianto esprime un messaggio che è sempre meglio cogliere piuttosto che mettere a tacere. Il succhiotto, come il pollice, è una risposta

· alla fame,

· a una sensazione di sconforto,

· a un bisogno di tenerezza.

L’importanza delle cause
Il fatto di togliere l’abitudine al bambino non è sufficiente; occorre infatti determinare la causa soggiacente ed eliminarla, perché altrimenti il bambino smetterà magari di succhiarsi il pollice, ma cercherà di certo un oggetto sostitutivo che gli procuri la rassicurazione che gli serve.

Load More Related Articles
Load More By Luisa Ardito
Load More In Comportamenti sociali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Check Also

Alimentazione in gravidanza – cosa sì, cosa no

Durante i nove mesi di gravidanza è fondamentale controllare, con l’aiuto del medico di fi…