Home Alimentazione - Nutrizione Le malattie alimentari

Le malattie alimentari

4 min read
0
0
1

Sono molte al giorno d’oggi le malattie alimentari le quali si manifestano, di solito, con evidenti disturbi gastrointestinali: l’incubazione può oscillare da poche ore ad alcuni giorni, e nonostante esse siano nella maggior parte delle volte curabili, può capitare che esse determinino forme cliniche gravi o anche letali.

Per questo motivo, quando si sospetta di esser stati contratti da una malattia di questo tipo, è necessario consultare il medico o recarsi al pronto soccorso per stabilire di che natura sia la malattia e come curarsi.

Esse possono essere di diversi tipi, e dipendere da differenti situazioni, una tra le quali è la cattiva conservazione dei cibi, da sempre al centro dell’attenzione dell’uomo: una importante innovazione in questo campo fu data nel 1862 dal biologo francese Louis Pasteur, il quale sperimentò per la prima volta il processo di pastorizzazione degli alimenti. Questo processo consisteva appunto nel ridurre il numero di microrganismi patogeni – quindi potenzialmente pericolosi – in alcuni cibi, migliorandone allo stesso tempo la sicurezza alimentare e prolungandone così anche la conservazione.

Le malattie alimentari, infatti, dipendono per gran parte dalla cattiva conservazione dei cibi, i quali possono essere fonte di nutrimento e di crescita per tutti quei microrganismi patogeni e tossine di origine batterica in grado di intaccare il sistema umano con differenti sintomi, che variano da disturbi di origine gastrointestinale come nausea, diarrea e dolori addominali a febbre e ad alterazioni neurologiche.

Inoltre, queste malattie possono essere anche causate da una cattiva abitudine nei tempi di cottura degli alimenti, che come è facile immaginare richiedono tempi di preparazione e di cottura abbastanza differenti l’uno dall’altro: per esempio, se essi vengono cotti troppo poco vi è il rischio che sopravvivano alcuni virus e batteri, se invece vengono cotti troppo a lungo possono diventare tossici a causa della formazione di sostanze cancerogene.

Consumando cibi cotti in maniera non del tutto corretta si possono così contrarre tre tipi di malattie alimentari:

–         Infezione alimentare, la quale si registra nel caso in cui si siano consumati alimenti contaminati da microrganismi patogeni;

–         Intossicazione alimentare, che insorge in seguito al consumo di alimenti contenenti tossine di origine batterica;

–         Tossinfezione alimentare, che si verifica a causa della presenza contemporanea, nell’intestino, di tossine e microrganismi patogeni.

Tra le altre malattie alimentari riconosciute, oltre alla presenza vera e propria delle tossine negli alimenti, ricordiamo invece la salmonella, la diarrea del viaggiatore, l’epatite A, il colera, e l’avvelenamento da funghi.

Load More Related Articles
Load More By Enrica Prosperi
Load More In Alimentazione - Nutrizione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Check Also

Fabbisogno alimentare di proteine

LE PROTEINE NELL’ALIMENTAZIONE Le proteine dell’alimentazione, oltre ad essere…