Home Sport Fitness (attività fisica - movimento Il ballo – cura naturale contro l’osteoporosi

Il ballo – cura naturale contro l’osteoporosi

5 min read
0
0
44

E’ stata presentata in tutta Europa, in occasione della Giornata Mondiale dell’Osteoporosi (20 Ottobre), con il sostegno di Daiichi Sankyo Europe e il patrocinio dell’International Osteoporosis Foundation, l’iniziativa che incoraggia i soggetti affetti da osteoporosi a praticare il ballo da sala per rafforzare le ossa, ridonandole un pò di vigore, e rallentare la progressione della malattia. Il ballo - cura naturale contro l'osteoporosi«Oggi è possibile ridurre la progressione dell’osteoporosi attraverso l’esercizio fisico e il ballo, che hanno la capacità di mettere in movimento tutto il corpo, coinvolgendo le articolazioni, i muscoli e soprattutto le ossa». A richiamare l’attenzione sul ruolo salutare del ballo per i pazienti con osteoporosi è Juliet Compston, docente di osteologia alla School of Medicine dell’Università di Cambridge-UK, che ha supervisionato la messa a punto di salute in Movimento, un innovativo programma educativo su DVD che coniuga la gestione integrata della malattia con l’affascinante mondo del ballo da sala. Allo sviluppo del programma ha contribuito la ballerina australiana Erin Boag, resa celebre dalla trasmissione della BBC Strictly Come Dancing (la versione italiana è Ballando con le stelle). «I movimenti del ballo sono multi-direzionali – ricorda Boag – e contribuiscono a migliorare la mobilità e la flessibilità delle articolazioni. E poi è divertente: il programma di ballo è facile da seguire, basato sugli stili del valzer, del quickstep e della rumba e rivolto a tutti, indipendentemente dall’età e dalla capacità». Abbiamo parlato di osteoporosi, ora, quindi, cogliamo l’occasione per vedere meglio di cosa si tratta. L’osteoporosi (ossa porose) è una malattia progressiva che aumenta il rischio di fratture, in particolare alla colonna vertebrale, alle anche e ai polsi. La causa principale è l’indebolimento dell’intera struttura ossea, dovuto, a sua volta, dalla porosità delle ossa, le quali risultano, così, in un certo qual senso, vuote. Sono circa 200 milioni le donne nel mondo affette da questa patologia. Un modo per rallentare il progredire della malattia è il movimento fisico, che sia il ballo o quant’altro, l’importante è fare attenzione ai movimenti che si fanno; il tutto deve essere fatto con il giusto criterio e la giusta scrupolosità. Attenzione, quindi, a non creare altre fratture. Spesso, non è necessario praticare uno sport in particolare, basta anche solo fare, ogni giorno, una passeggiata di 20 minuti al giorno. Prima di cominciare una particolare attività fisica vi ricordiamo di consultare il medico. Per favorire la naturale assimilazione del calcio è necessario riequilibrare il metabolismo, attraverso gli alimenti, piuttosto che assumere integratori, i quali, molto probabilmente, non vengono assimilati correttamente. Ad affiancare i rimedi naturali e la medicina tradizionale, è la medicina alternativa e i suoi rimedi. La cromoterapia consiglia di esporre la colonna vertebrale e tutti gli arti al giallo limone, alternato con il rosso, e di bere acqua solarizzata due volte al giorno; la floriterapia di Bach indica in Red Chestnut, Walnut e Gentian i rimedi giusti; infine, si può ricorrere a oligoelementi (fluoro, magnesio, fosforo, rame-oro-argento), erbe (gramigna e tanaceto), oli essenziali (limone e alloro), diversi gemmo derivati ed estratti di piante.

Load More Related Articles
Load More By Luisa Ardito
Load More In Fitness (attività fisica - movimento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Check Also

Alimentazione in gravidanza – cosa sì, cosa no

Durante i nove mesi di gravidanza è fondamentale controllare, con l’aiuto del medico di fi…