Il calcio

5 min read
0
0
1

Il calcio è considerato come il sale minerale più rappresentativo e la sostanza più abbondante all’interno del corpo umano: esso rappresenta, assieme al fosforo, il principale costituente delle ossa, che sono, tra l’altro, la sede principale di questo importantissimo elemento.

Il calcio, infatti, si trova all’interno dell’organismo umano soprattutto nelle ossa, per una quantità di circa il 99%, mentre la restante percentuale è invece rintracciabile nei tessuti e nel liquido extracellulare dove tra l’altro esso svolge importanti funzioni di controllo della contrazione muscolare e della trasmissione nervosa.

Esso partecipa, inoltre, al processo di coagulazione del sangue, di stimolazione dei nervi e dei muscoli, al funzionamento dell’ormone paratiroideo e al metabolismo della vitamina D.

FABBISOGNO QUOTIDIANO DI CALCIO NELL’ORGANISMO UMANO

Date queste premesse, risulta quindi abbastanza comprensibile che l’apporto giornaliero di calcio debba essere sostanzialmente maggiore rispetto ad altre sostanze: poiché il fabbisogno giornaliero di questo sale minerale cambia a seconda dell’età, esso equivale a circa 1200 milligrammi nel periodo adolescenziale ed a 900 milligrammi in età adulta.

Il fabbisogno quotidiano di calcio è anche determinato da un eventuale stato di gravidanza: nel periodo di maternità (gravidanza ed allattamento) una donna può avere un fabbisogno di calcio pari a circa 300-400mg in più rispetto alla norma, soprattutto a causa dell’accrescimento osseo del feto.

In ogni caso, la quantità di calcio contenuta nelle ossa varia continuamente in base anche al tipo di alimentazione oltre che in funzione dei fabbisogni dell’organismo.

ALIMENTI CHE CONTENGONO IL CALCIO

Fonte sicura di calcio sono sicuramente il latte e tutti i suoi derivati, fatta per i fiocchi di latte, che invece ne contengono una quantità minima.

Non bisogna dimenticare che anche l’acqua contiene calcio, mentre tra gli altri alimenti è possibile ricordare: le sardine e il salmone inscatolati con la lisca, tofu, ostriche, broccoli, foglie di senape, verza, prezzemolo, crescione d’acqua, mandorle, asparagi, lievito di birra, melassa, cavolo, carruba, fichi, nocciole, prugne, semi di sesamo, yogurt, siero del latte, latte di capra, avena, formaggio e pane integrale.

INTEGRATORI DI CALCIO

Quando è utile integrare il calcio nell’organismo umano? In particolare ciò può avvenire quando si verifica una forma di allergia ai derivati del latte, e quindi l’apporto naturale di calcio nel corpo viene altamente compromesso.

E’ molto importante che venga rispettato il fabbisogno quotidiano di calcio, poiché  la carenza di calcio può essere causa di ipertensione, mentre carenze gravi sono responsabili di aritmie cardiache, demenza e convulsioni.

Tra i più colpiti dalla carenza di calcio, comunque, sono gli anziani, per i quali si possono verificare maggiormente problemi di assorbimento, e, di conseguenza, problemi alle ossa meglio noti come osteoporosi, e che comprendono mal di schiena, dolori alle ossa, denti fragili e tremori alle dita.

Load More Related Articles
Load More By Redazione dieta-dimagrante.com
Load More In Alimentazione - Nutrizione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Check Also

Le diete più seguite al mondo: quale quella giusta per te?

Avete mai deciso di mettervi a dieta? Chi di voi non ha mai provato a perdere qualche chil…