Home Patologie gravi Diabete La dieta per il diabete

La dieta per il diabete

5 min read
0
0
0

Per un soggetto diabetico è fondamentale seguire una dieta adeguata, con lo scopo di mantenere il più possibile, entro i valori normali, la glicemia, cioè il livello degli zucchero nel sangue. Seguire una buona dieta significa evitare i rischi di ammalarsi a causa delle complicanze del diabete, come disturbi del sistema oculari, nefrologico e nervoso. Per seguire una dieta adatta al diabetico, bisogna rivolgersi a un dietista, il quale prescriverà, con l’aiuto del dietologo le analisi da fare per verificare il livello di glicemia nel sangue e per stilare il regime alimentare adeguato. Una dieta per il diabetePartiamo dal fatto che bisogna adottare una dieta diversa a seconda del tipo di diabete di cui si è affetti. Ai soggetti colpiti dal diabete di tipo 1 si raccomanda una dieta “completa”, che fornisca calorie sufficienti per assicurare una massa muscolare e riserve di grasso normali, in quanto i soggetti affetti da questo tipo di diabete si presentano, generalmente, in sottopeso. E’ necessario, quindi, non discostarsi molto da quella che è una dieta standard. Per farlo, bisogna assumere una quantità normale di zuccheri complessi, contenuti soprattutto nei cereali (pane, pasta, riso, legumi, patate…), i quali possono costituire fino al 60% delle calorie totali se gli alimenti contenenti carboidrati sono anche ricchi di fibra (cereali integrali, frutta, verdura, legumi). La presenza di fibra è molto importante perché ritarda l’assorbimento degli zuccheri nell’intestino e quindi favorisce livelli di glicemia più equilibrati dopo il pasto. Il paziente affetto dal diabete di tipo 1, comunemente noto come diabete alimentare, risulta spesso anche in sovrappeso. Perciò, il primo traguardo che dovrà raggiungere è il dimagrimento, senza l’abuso di farmaci che abbassino al massimo la glicemia. Sostanzialmente, il dimagrimento avviene con l’adozione di uno stile di vita sano, equilibrato, fatto di un’alimentazione completa, corretta e associata ad una discreta attività fisica. Anche il solo dimagrimento parziale del peso permette di stabilire un passo avanti, di annotare un miglioramento, in grado di normalizzare, seppur di poco, i valori della glicemia e i livelli dei grassi (colesterolo e trigliceridi) nel sangue. La dieta del soggetto diabetico non è poi così diversa da quella di qualsiasi altro soggetto in sovrappeso. Al soggetto diabetico interessa essenzialmente ridurre la quantità di grassi nella dieta, specialmente quelli “saturi”, vale a dire quelli di origine animale, come burro, formaggi, carni rosse; evitare gli zuccheri semplici lasciando spazio a carboidrati di tipo complesso; aumentare il consumo delle fibre; apportare considerevolmente la quantità proteica al proprio organismo, dando la priorità a quelli di origine vegetale, come per esempio i legumi, rispetto a quelle di origine animale che, spesso, sono troppo ricche anche di grassi. Inoltre, molto importante è la scelta del pesce e delle carni bianche sulla propria tavola. Gli alimenti che andrebbero decisamente eliminati dalla dieta del soggetto diabetico sono: –  latte intero; –  crema; –  panna, –  formaggi grassi (es. mascarpone, pecorino e provolone); –  frattaglie; –  carni grasse; –  pancetta; –  cotechino; –  wurstel; –  salame; –  mortadella; –  capocollo; –  paté; –  coppa; –  salsiccia; –  pane all’olio; –  pizza; –  lardo; –  strutto; –  margarina; –  olio di semi vari; –  zucchero; –  marmellata; –  caramelle o gomme da masticare; –  cioccolata; –  cornetti; –  torrone; –  torte; –  brioche; –  frutta sciroppata; –  frutta secca; –  bibite analcoliche (es. aranciata, coca cola, aperitivi); –  succhi di frutta con aggiunta di zuccheri.

Load More Related Articles
Load More By Giulio Torrente
Load More In Diabete

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Check Also

Le diete più seguite al mondo: quale quella giusta per te?

Avete mai deciso di mettervi a dieta? Chi di voi non ha mai provato a perdere qualche chil…