Home Salute Prevenzione Occhi da ventenne

Occhi da ventenne

9 min read
0
0
3

Decantati dai più grandi poeti per la loro bellezza, gli occhi non sono importanti solo per la loro funzione primaria, e cioè la vista, ma per la loro capacità comunicativa, in grado, senza parole, di emozionare anche solo con uno sguardo. Sono considerati una finestra sull’anima, sul proprio mondo interiore. Gli occhi sono anche una parte molto delicata, la pelle delle palpebre è la più sottile di tutto il resto del corpo. I motivi che possono minacciare la freschezza, la levigatezza, e anche modificare lo sguardo stesso, sono molti.

Cause e soluzioni
I più comuni, ma anche importanti motivi, che possono ripercuotersi sulla bellezza degli occhi sono legati soprattutto alla mimica e al cedimento cutaneo. I primi sono responsabili della formazione delle rughe, mentre l’invecchiamento rende meno tesa la pelle e causa borse e gonfiori. Oggi le soluzioni più efficaci sono da ricercarsi nella medicina e nella chirurgia estetica, che risolvono i problemi più comuni legati agli occhi.

La prevenzione
La prima strategia per mantenere inalterata la bellezza degli occhi e di tutto ciò che sta loro intorno è sicuramente la prevenzione. Questa deve cominciare anche molto presto e consiste in semplici regole ( struccare sempre palpebre e ciglia, con delicatezza, utilizzare occhiali da sole, e protezioni solari) e nell’uso costante di un prodotto, dapprima più leggero, per il mantenimento del tono della cute. Poi più mirato. I cosmetici hanno molteplici funzioni, freschi, leggeri, adatti a questa pelle delicata e sottile. Non solo correggono le rughe ma liftano la palpebra superiore, attenuano le borse e prevengono i gonfiori.

Medicina e estetica
Le continue variazioni cui è sottoposto il muscolo che circonda l’occhio sono la causa principale della comparsa dei segni sulla pelle, molto sottile, delle palpebre e della zona temporale, corrispondente all’angolo esterno. Anche il collagene naturale, che è una proteina fondamentale per la struttura cutanea, se troppo sottoposto a stress e sollecitazioni può venire meno. La conseguenza è la perdita di elasticità della pelle e la riduzione della capacità di resistere all’increspamento legato alla mimica, più grinzosa e sottile. Per cancellare le rughe, ridurre l’effetto scavato che può riguardare la parte inferiore dell’occhio le soluzioni più valide sono i filler e il botulino.

Filler
I filler (acido ialuronico o collagene) sono materiali riassorbibili utilizzati in medicina estetica per creare volumi, o, in questo caso, riempire l’avvallamento creato dalle rughe. Per la zona perioculare sono impiegati per minimizzare le piegoline della parte esterna dell’occhio ma anche per creare un sostegno alla pelle della palpebra inferiore, per correggere un occhio troppo scavato. Il filler è molto usato per cancellare le rughe glabellari, tra le sopracciglia, causate dal corrugamento del muscolo procero. L’effetto del filler è di circa 5 mesi. Il costo varia in base alla quantità di sostanza utilizzata ma si aggira intorno ai 300/400 euro ad applicazione.

Botulino
Basta una piccola discesa del sopracciglio per rendere lo sguardo triste e appesantire le palpebre. La soluzione medica a questo problema è oggi costituita dal botulino, una tossina purificata che, iniettata con precisione, paralizza per circa 5 mesi il muscolo responsabile della mimica in quel determinato punto, riducendo la possibilità di contrazioni. Con il botulino è possibile sollevare l’angolo esterno delle sopracciglia allargando lo sguardo e distendendo le palpebre. La stessa tossina è impiegata per impedire la formazione delle rughe glabellari e delle “zampe di gallina”. Il costo per un’applicazione è di circa 300/400 euro. Spesso si usa in abbinamento al filler.

Chirurgia plastica
Quando c’è la necessità di eliminare una porzione di cute che crea qualche piega sulle palpebre oppure in caso di borse o quando il sollevamento del sopracciglio deve essere definitivo, la soluzione è chirurgica: la blefaroplastica. Con la blefaroplastica è possibile trattare entrambe le palpebre o soltanto una, inferiore o superiore, in base al problema da risolvere. E’ il chirurgo che analizzando il viso consiglia il tipo di soluzione più adatta a migliorare la bellezza di tutta la parte superiore del viso. Gli interventi vengono eseguiti con strumenti molto delicati, a volte sotto ingrandimento, per cercare di essere particolarmente precisi. Questo, insieme alla bravura del chirurgo, consente di ottenere cicatrici molto poco visibili e un recupero postoperatorio rapido. Sono interventi sempre più sofisticati che permettano un ritorno alla vita sociale nel giro di 10 giorni. Vengono eseguiti in regime di day hospital o ambulatoriale, in anestesia locale, se necessario con una sedazione capace di tenere sotto controllo uno stato di ansia, un momento di agitazione. Per questo deve esserci un anestesia in sala operatoria. La durata è di 30 minuti per palpebra. Dopo tre o quattro dall’intervento, si torna a casa. Il costo è di circa 3500/4000 euro, a seconda che si intervenga solo su due palpebre o su tutte e quattro.

Dopo l’intervento
Trascorse tre o quattro ore sotto osservazione medica, è possibile tornare a casa. Il chirurgo da le istruzioni per prendersi cura dall’area trattata affinché l’operazione dia il massimo dei risultati. Ma è a una settimana dall’intervento, quando tutti i punti vengono tolti, che bisogna iniziare a “curare” la cicatrice con costanza e attenzione. All’inizio delicatamente con una crema lenitiva (per il rossore) e poi con creme elasticizzanti. 

Load More Related Articles
Load More By Luisa Ardito
Load More In Prevenzione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Check Also

Alimentazione in gravidanza – cosa sì, cosa no

Durante i nove mesi di gravidanza è fondamentale controllare, con l’aiuto del medico di fi…