Home Tutte le diete... del mondo ;-) Una dieta equilibrata per la vita moderna

Una dieta equilibrata per la vita moderna

7 min read
0
0
39

Alimentazione e vita moderna.
Pochi sono i consigli per seguire una dieta sana e vivere bene, ma non tutti li mettono in pratica. Il più delle volte però ciò non dipende dalla volontà delle persone di seguire una dieta scorretta piuttosto che una sana, ma dai ritmi della vita moderna, sempre più frenetici, che rendono la gente poco attenta alla cura dell’alimentazione. Molti infatti, in una pausa pranzo di pochi minuti, non possono fare altro che consumare pasti veloci e spesso sbilanciati dal punto di vista nutrizionale.

Per definirsi “sana” una dieta deve essere varia, cioè comprendere tutti gli elementi nutritivi necessari all’organismo e non deve essere sbilanciata sul piano delle quantità: mangiare molto non fa bene, contrariamente a quanto ritiene la tradizione popolare. Mangiare bene infatti non significa nutrirsi bene. Inoltre l’alimentazione deve essere personalizzata, regolata cioè in base alle attitudini personali, alle qualità fisiche, all’attività lavorativa e motoria, al clima e all’ambiente in cui si vive, etc.

Il cibo può assumere una funzione regolativa o nutriceutica se lo si sa adeguare alle proprie esigenze e attitudini che possono comunque variare  col trascorrere degli anni e con il cambiare dello stile di vita.

Un vecchio adagio dice: “noi siamo ciò che mangiamo”, poiché ciò che mangiamo diviene parte del nostro corpo e proprio per questo è assolutamente necessario alimentarsi bene.

Consigli per mangiare bene.
Moltissimi possono essere i consigli per seguire una dieta equilibrata che però possono essere riassunti in semplici linee guida che tutti dovremmo assumere come vero e proprio decalogo dell’alimentazione sana.

Innanzitutto è necessario distribuire in modo equilibrato le calorie quotidiane. Le calorie introdotte ogni giorno devono essere rifornite per il 55-65% di carboidrati, per il 15-30% di grassi e per il resto da proteine.

Mettersi a tavola richiede calma e assenza di stress. È necessario masticare bene e lentamente per favorire la digestione e controllare l’appetito.  

È necessario variare. Ogni giorno cioè devono essere serviti in tavola cibi appartenenti ad ognuno dei sette gruppi alimentari.

Per evitare che il corpo resti a corto di calorie, è necessario distribuirne l’assunzione in cinque pasti quotidiani: Colazione, spuntino di metà mattina, pranzo, merenda, cena. Ciò facilita anche la digestione.

È consigliabile mangiare ogni giorno almeno cinque porzioni di frutta e verdura fresche. I vegetali infatti contengono vitamine e sali minerali indispensabili per l’organismo. Tali sostanze combattono i radicali liberi, responsabili dell’invecchiamento cellulare.

Indispensabile è una buona assunzione di acqua. È necessario bere almeno otto bicchieri d’acqua al giorno per “pulire” l’organismo e facilitare la diuresi, facilitando il lavoro di depurazione svolto dai reni. 

Limitare l’uso di sale in quanto favorisce l’ipertensione nelle persone predisposte.

Preferire pesce e carni bianche a carni rosse e insaccati.

Non eccedere nel consumo di formaggi perché ricchi di grassi fermentati.

Preferire alimenti freschi a quelli conservati o essiccati.

Condire i cibi con olio extravergine d’oliva crudo. Tale alimento è infatti ricco di acido oleico, utile per l’abbassamento del livello di colesterolo dannoso e per l’innalzamento del livello di lipoproteine HDL, cioè il colesterolo “buono”.

Evitare l’abuso di zucchero (anche quello contenuto nelle bevande gasate). È preferibile utilizzare dolcificanti naturali come il miele.

Ridurre l’assunzione di alcol.

Cosa mangiare.
Una corretta alimentazione deve necessariamente comprendere:

A colazione: Latte o Yogurt con un alimento del gruppo dei cereali (pane, biscotti, cereali corn flakes o fette biscottate).

A pranzo e cena: un alimento del gruppo dei cereali, uno del gruppo della carne (magra o pesce), legumi freschi o secchi, frutta e/o verdura.

I due spuntini (quello di metà mattina e la merenda) aiutano a mantenere controllato l’appetito, così da evitare abbuffate a pranzo o cena, e riequilibrano la glicemia. Preferire yogurt magro in luogo di merendine e dolci.

Bisogna bere almeno un litro e mezzo di acqua al giorno, anche sottoforma di tisane. Da evitare però i superalcolici ma se non vi è controindicazione medica, un bicchiere di vino durante i pasti non è dannoso.

L’ultimo avvertimento concerne le diete dimagranti. Bisogna assolutamente evitare diete dimagranti non prescritte dal medico. Le diete incontrollate possono portare a squilibri del comportamento alimentare, a volte anche irreversibili.

  • Perchè non serve contare le calorie

    Perchè non serve contare le calorie https://medium.com/@drjasonfung/counting-calories-is-a…
  • Ciclismo: benefici e controindicazioni

    https://health.ccm.net/contents/441-cycling-benefits-and-contraindications Ciclismo: benef…
  • Bevande fermentate

    https://www.alimentarium.org/en/magazine/science/fermented-drinks I:\F_\NET\PHP\DIETA-DIMA…
Load More Related Articles
Load More By Giovanni Colombo
Load More In Tutte le diete... del mondo ;-)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Check Also

Che cosa è la biologia sintetica e come cambierà il cibo

Che cosa è la biologia sintetica e come cambierà il cibo Più di un secolo fa, i produttori…