Home Alimentazione - Nutrizione Il coenzima Q10 o ubichinone

Il coenzima Q10 o ubichinone

4 min read
0
0
2

Il coenzima Q10 (altrimenti conosciuto come ubichinone per via delle sue caratteristiche di ubiquità, in quanto si ritrova in ogni cellula dell’organismo) è una molecola organica di natura lipidica, universalmente presente nelle cellule degli eucarioti.

Esso è infatti frequente nelle membrane biologiche, e soprattutto nei mitocondri dove il CoQ10 è coinvolto nelle fasi aerobiche e nella produzione di energia.

UN PO’ DI STORIA:

Questa molecola organica venne scoperta ed identificata per la prima volta nel 1957 dal professor Fred L. Crane e dal suo team dell’Enzyme Institute dell’Università del Wisconsin, nei mitocondri dei cuori di bue. La struttura del coenzima fu poi caratterizzata nel 1958 da D.E. Wolf e dal gruppo di ricerca di Karl Folkers nei laboratori della Merck.

Le proprietà del coenzima Q10:

Diverse sono le caratteristiche proprie di questa molecola organica: esso rappresenta un elemento fondamentale per il corretto funzionamento del mitocondrio, un organello intracellulare che funge da centrale energetica.

Il suo funzionamento è utilissimo, pertanto, non solo per aumentare la forza pompante del cuore in soggetti con insufficienza cardiaca congestizia – spesso si utilizzano abitualmente 80 grammi al giorno di questa molecola organica in caso di rischio di infarto – ma, grazie alle sue proprietà di antiossidante liposolubile nella pelle, esso è in grado di agire proteggendo i tessuti privati di ossigeno, contro la perdita di elasticità della pelle, ed ha quindi un potere utilissimo contro i perossidi che danneggiano elastina e collagene.

I livelli di coenzima nel corpo umano

Come abbiamo chiarito precedentemente, il coenzima è sintetizzato naturalmente nelle cellule (da qui deriva anche il suo secondo nome di ubichinone).

Tuttavia, in alcuni casi la sua presenza nel corpo umano può diminuire, soprattutto a causa di invecchiamento e di malattie croniche tra cui quelle derivanti da problemi cardiaci, morbo di Parkinson’s, distrofia muscolare, diabete, cancro e AIDS.

Inoltre, problematica può essere anche l’assunzione di farmaci in grado di abbassare di molto il livello di coenzima Q10, soprattutto le statine, utilizzate nel controllo dell’ipercolesterolemia.

I dosaggi raccomandati di coenzima:

Fermo restando che il coenzima Q10, molecola altamente idrofobica,  viene assorbito in maniera efficace se assunto insieme ad un pasto ricco di lipidi, il dosaggio consigliato è pari  a dosaggi compresi tra i 30 ed i 100 mg al giorno.

Dove si trova il coenzima Q10:

Carne, pesce, oli vegetali, germe di grano, soia, sono ricchi di coenzima Q10, mentre nei vegetariani il livello di coenzima è molto alto.

Load More Related Articles
Load More By Giulio Torrente
Load More In Alimentazione - Nutrizione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Check Also

Le diete più seguite al mondo: quale quella giusta per te?

Avete mai deciso di mettervi a dieta? Chi di voi non ha mai provato a perdere qualche chil…